INFORMATI

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE
8 agosto 2003, n. 2516

Protezione Civile: decentramento alle Province dell'Albo dei Gruppi volontari di Protezione Civile. Criteri e procedure.


Riferisce l'Assessore Regionale alla Difesa Suolo, Lavori Pubblici e Protezione Civile, Massimo Giorgetti

La L.R. 17/1998 ha introdotto una serie di significative modifiche alla precedente L.R. 58/1984 che disciplina gli interventi regionali in materia di protezione civile.
Tra queste, quella che probabilmente riveste maggiore rilievo riguarda il ruolo e la organizzazione del volontariato all'interno del "Sistema Regionale di Protezione Civile": obiettivi dell'innovazione normativa sono infatti sia di dare qualità e concretezza all'apporto delle Organizzazioni di Volontariato in tutte le azioni che l'Amministrazione pubblica - Regionale e degli Enti locali - pianifica nel settore, sia quello di dotarsi di un valido ed efficace strumento operativo nelle situazioni di emergenza.
L'articolo 10 della innovata L.R. 58/1984, prevede infatti l'istituzione di uno specifico "Albo dei Gruppi Volontari di Protezione Civile" in cui raccogliere le organizzazioni che rispondano a una serie di requisiti, indicati già nella legge, che dovrebbero offrire idonee garanzie in merito a effettiva solidità, affidabilità organizzativa e capacità operativa e logistica.

L'iscrizione all'Albo regionale diventa quindi una attestazione di qualità per il Volontariato che vi accede nonché istituzionalizzazione di un rapporto di collaborazione con un partner di straordinaria rilevanza strategica per fronteggiare le delicate problematiche della Protezione Civile.
Negli anni successivi il citato Albo viene avviato in parallelo ad una faticosa opera di "alfabetizzazione" informatica delle Organizzazioni di Volontariato: l'Albo del Veneto infatti, primo in Italia, è prevalentemente gestito a livello informatico.
Tale gestione informatica, in fase di evoluzione a livello di software operativo, consente una serie di attività e di sinergie - impensabili a livello di gestione cartacea - sia per quanto riguarda l'attività amministrativa
corrente, sia per gli aspetti legati alla gestione delle emergenze.
A seguito della recente legge regionale 13.4.2001, n°11, il recepimento regionale della "Bassanini", si ritiene opportuno avviare, nello "spirito" della citata legge, una delega alle Province, di alcune procedure inerenti attività di Protezione Civile.
Tra queste anche quelle relative alla gestione dell'Albo regionale del Volontariato, per quanto concerne le organizzazioni operanti nel rispettivo ambito territoriale provinciale, andando di fatto a modificare quanto previsto dalla DGR 1751 del 25/5/99.
In tale contesto, si ritiene quindi di procedere al trasferimento delle ripartizioni di livello provinciale dell'Albo, alle Amministrazioni provinciali rispettivamente competenti per territorio.
Pertanto fermi restando i requisiti richiesti alle Organizzazioni di volontariato per l'accesso all'Albo, che per evidenti ragioni di "equità" e "par condicio", non subiranno particolari variazioni, si rende necessario modificare alcune delle procedure inerenti l'accesso e la gestione dell'Albo, con particolare riguardo alle nuove "funzioni" di competenza provinciale.
In tali procedure, così come dettagliatamente indicato nell'allegato documento che forma parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, vengono chiaramente individuate le nuove modalità per l'iscrizione tramite le Amministrazioni Provinciali, gli aggiornamenti alla struttura dell'Albo, l'istruttoria e le direttive generali. Il documento in questione sostituisce quello allegato alla citata DGR 1751/99.
Si precisa che, le domande di iscrizione all'Albo "in itinere" ovvero pervenute alla Regione incomplete degli elementi essenziali dovranno essere archiviate, al fine di non dover trasmettere alle Province pratiche ancora aperte, ferma naturalmente la possibilità di riaprire presso la Provincia una nuova procedura.
Si da atto inoltre che il presente documento, già oggetto di esame congiunto Regione - Province nel corso di appositi incontri tecnici svoltisi in data 16 giugno e 8 luglio u.s., verrà inviato alle Amministrazioni Provinciali del Veneto, per l'adozione dello stesso.
UDITO il relatore , Assessore delegato alla Protezione Civile, Massimo Giorgetti, incaricato dell'istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art.33, secondo comma, dello Statuto, il quale da atto che la
competente Struttura ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione regionale e statale,

LA GIUNTA REGIONALE

VISTA la Legge 24.02.92, n.225;
VISTA la Legge 11.08.91, n.266;
VISTA la Legge 31.12.96, n.675;
VISTO il D.P.R. 08.02.01, n.194;
VISTA la L.R. 27.11.84, n.58;
VISTA la L.R. 16.04.98, n.17;
VISTA la L.R. 13.04.01, n.11;
RICHIAMATA la D.G.R. 25.05.99, n.1751;
RICHIAMATA la D.G.R. 19.10.99, n.3559;
VISTA la documentazione agli atti;

DELIBERA

1) L'Albo dei Gruppi Volontari di Protezione Civile della Regione Veneto è ripartito in una sezione regionale ed in sette sezioni provinciali, una per ciascuna Provincia;
2) Sono trasferite alle rispettive Province le sezioni provinciali dell'Albo, come dettagliatamente precisate con apposito provvedimento del Dirigente della Direzione Difesa del Suolo e Protezione Civile;
3) È approvato il documento denominato "Nuovi criteri e direttive per l'accesso e la gestione dell' " Albo dei Gruppi Volontari di Protezione Civile", allegato A) al presente atto, di cui fa parte integrante e
sostanziale.
4) Il presente documento è inviato alle Province del Veneto, per le procedure di condivisione e adozione dello stesso, ai sensi del D.Lgs. 112/98 c.d. "Bassanini".
5) La Direzione Difesa del Suolo e Protezione Civile è incaricata di procedere ai conseguenti adempimenti, in raccordo con le Amministrazioni Provinciali e con il Dipartimento di Protezione Civile di Roma, dando atto che la citata Direzione Regionale provvederà alla archiviazione delle pratiche di iscrizione incomplete ovvero non perfezionate nei termini.
6) È disposta la pubblicazione del presente documento e degli allegati, sul B.U.R.
Sottoposto a votazione il provvedimento risulta approvato con voti unanimi e palesi.

Il SEGRETARIO
Dott. Antonio Menetto

Il PRESIDENTE
On. Dott. Giancarlo Galan

Allegato