ARPAV >
AUTOSTRADE >
OGS >
 

ogs

Il monitoraggio sismico del Veneto avviene per mezzo di una rete sismometrica di proprietà della Regione Veneto e gestita dal Centro Ricerche Sismologiche di Udine - CRS (Dipartimento dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale - OGS) nell’ambito di una Convenzione (link convenzione) attiva dal 2007. I dati confluiscono nella più ampia Rete Integrata dell’Italia nord-orientale gestita dall’OGS e che include stazioni in Friuli Venezia Giulia e Tentino.
Oltre alla gestione della rete sismometrica, la Convenzione con l’OGS è finalizzata al controllo continuo ed allo studio della sismicità regionale a fini di protezione civile. Nel dettaglio, essa prevede lo svolgimento da parte dell’OGS delle seguenti attività:

  • gestione e manutenzione ordinaria e straordinaria della rete sismometrica della Regione;
  • aggiornamento e/o riconfigurazione della rete sismometrica della Regione;
  • elaborazione e trasmissione automatica e in tempo reale dei dati parametrici dei terremoti di interesse per la Regione;
  • attività di sorveglianza, allerta, reperibilità e pronto intervento e supporto scientifico nel caso di evento sismico;
  • prosecuzione dello studio delle caratteristiche sismotettoniche del Veneto in continuità a quanto elaborato da OGS nell’ambito della precedente convenzione;
  • svolgimento di attività formativa agli operatori/funzionari/volontari dell’Unità di Progetto Protezione Civile;
  • redazione di una relazione annuale sulla sismicità regionale, sulla configurazione della rete e sugli interventi di manutenzione eseguiti;


L’attività di monitoraggio e allerta prevede la rilevazione dei terremoti di interesse per la Regione, ovvero di quelli avvenuti nel proprio territorio di competenza o all’esterno dei confini regionali se avvertiti fisicamente dalla popolazione.
La notifica delle coordinate ipocentrali e della magnitudo avviene in tempo reale attraverso un sistema automatico di allerta operante H24.